Le chiavi di casa le hanno permesso di reagire evitando di essere stuprata

Non voleva essere l’ennesima vittima di uno stupro. Per questo una 21enne inglese, residente a Sheffield, ha deciso di reagire e di punire il suo carnefice con l’unica arma a sua disposizione in quei terribili momenti: le chiavi di casa.

Secondo le ricostruzioni, il 35enne Johnathon Holmes avrebbe seguito la giovane donna mentre stava tornando a casa. Questa, accortasi di essere seguita, avrebbe quindi cambiato strada più volte e, spaventata, avrebbe sistemato le chiavi di casa fra le dita della mano, chiuse in un pugno. Poi, proprio mentre la ragazza tentava di contattare il compagno al telefono, l’aggressione: Holmes avrebbe spinto la donna in un cespuglio tentando di girarla di schiena e sussurrandole “Ti piacerà”.

La ragazza a quel punto ha reagito: l’ha colpito al volto e allo stomaco e poi ha iniziato a urlare. 2 passanti sono intervenuti e lo stupratore è stato costretto a scappare.

“Se quell’uomo mi avesse violentato la mia vita sarebbe finita, tanto valeva farmi uccidere lì”, ha raccontato la donna alla Corte di Sheffield, “Ero così terrorizzata, ma così arrabbiata”.

Holmes è stato catturato e condannato a quattro anni e mezzo di carcere. Il suo avvocato l’ha difeso, dicendo che non era in sé al momento della violenza, perché troppo ubriaco e adesso non ne ha più ricordo, ma ne è “molto dispiaciuto”.

(Fonte: l’huffington Post)

 

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...