Una morte che si sarebbe dovuta evitare

Una 32enne, Valentina Milluzzo, è morta mentre era incinta di due gemelli alla 19esima settimana di gestazione. Non si capisce bene se il medico era obiettore e quindi non le ha praticato un aborto terapeutico, oppure no. Fatto sta che è stata aperta un’indagine, visto che andava tutelata prima di tutto la vita della paziente.

Come riportato da Chiara Lalli, “La donna era stata ricoverata all’ospedale Cannizzaro di Catania alla fine di settembre in seguito alla dilatazione dell’utero. Dopo un paio di settimane qualcosa non va. Ha forti dolori, ha la febbre alta, collassa. La temperatura corporea è di 34 gradi e la pressione arteriosa è bassa. Uno dei due feti avrebbe sofferto una crisi respiratoria. Bisognava intervenire e accelerare un processo già in corso, cercando di rimediare alla sepsi che minacciava la vita di Milluzzo“.

Quindi Valentina in seguito alla dilatazione stava male. E i medici dovevano espellere i feti immediatamente. Ma il medico avrebbe detto: “Fino a che è vivo io non intervengo”. E da un’ecografia si è visto che anche l’altro gemello era in sofferenza fetale, ma lo stesso si è lasciato correre.

E qualche giorno fa Valentina è morta, a 32 anni.

Un tragico epilogo, che si sarebbe potuto evitare se solo quel medico avesse fatto “nascere” i gemelli.

 

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...