16 ottobre 2013:Fatime Selmanaj uccisa dal marito insieme alla figlia Senade

Guarda la puntata di amore criminale andando su http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-5143dad6-a390-4e19-aafa-d08a36acbc0a.html

 

La storia di Fatime e Senade, ma di tutta la famiglia Selmanaj, è una delle storie più atroci che si possano sentire. E per questo ha bisogno di essere raccontata dall’inizio.

 

Fatime e Senade sono due donne di origini kosovare rifugiatesi in Italia dopo lo scoppio della guerra nel loro Paese, insieme al marito e agli altri cinque figli della coppia, altre due femmine e tre maschi. Senade e le sue sorelle, sin da piccole, sono vittime delle violenze sessuali del padre, di cui la madre, spesso assente per lavoro, non si accorge.

Nessuno, a dire il vero, sospetta cosa accade tra le mura domestiche: Veli, infatti, fuori di casa dà a tutti l’idea di essere un uomo mite e un buon padre di famiglia. Nello stesso stabilimento ortofrutticolo dove lavorano lui, sua moglie e le due figlie più grande, nessuno immagina che Veli in casa si comporti come un padre-padrone.

Sia la moglie che i figli, infatti, devono subire le sue continue violenze, oltre a dovergli consegnare tutti i guadagni del loro lavoro restando senza un soldo. Ma il peggio deve ancora venire: l’uomo inizia infatti ad abusare sessualmente delle tre figlie femmine, fin da quando sono piccole, e all’insaputa una dell’altra. Questo fino a quando il figlio maggiore, Fetah, non capisce cosa sta succedendo a sua sorella Senade e rompe quel velo, parlando con la madre e convincendo le due donne a denunciare il padre.

Con l’aiuto della madre, carica del dolore per non essersi mai accorta di ciò che accadeva quando lei non era in casa, la ragazza decide di denunciare le violenze ai Carabinieri. Il suo coraggio fa sì che anche le altre due sorelle, Resmije e Blerta, trovino la forza di parlare. Dopo la denuncia, l’uomo è costretto ad andare via. Dice di voler “lavare col sangue” l’affronto avuto dai familiari.

Così, dopo essersi procurato una pistola in Germania, una sera segue la moglie e la figlia Senade( che era quella che si era ribellata), di ritorno dal lavoro, fino a un supermercato. Ed è lì, nel parcheggio del supermercato, che estrae la pistola e spara numerosi colpi alle due donne.

È stato condannato all’ergastolo.

 

La storia di Fatime e Senade, è raccontata da Matilde D’errico nel libro “l’amore criminale”.

(Fonte: http://www.crimeblog.it/post/142680/amore-criminale-seconda-puntata-del-27-ottobre-2014-la-storia-di-fatime-e-senade-selmanaj)

 

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...