23 settembre 1983: Lia Pipitone fatta uccidere dal padre perché “colpevole” di voler lasciare il marito

04_lia-pipitone-1-300x300

Lia, 25 anni, fu uccisa durante una finta rapina. I 2 sicari entrarono nel negozio di sanitari dove Lia stava telefonando, e le spararono contro dopo essersi fatti consegnare l’incasso della giornata dal proprietario.

Ad assoldare i killer, fu il padre di Lia; lei aveva comunicato al padre la sua volontà di lasciare il marito ed andare a vivere per conto suo, contravvenendo alle leggi della mafia.
Il giorno dopo l’omicidio di Lia viene trovato morto anche Simone Di Trapani, un lontano cugino con cui Lia aveva un rapporto speciale. Per Simone, Lia era la sorella che non aveva mai avuto. Lei diceva spesso che Simone era il marito ideale.
Morto dopo un volo dal balcone di casa sua. Un suicidio, si disse. In realtà, un’altra messinscena dei sicari della mafia che prima di spingerlo giù dal quarto piano, lo costrinsero a scrivere un biglietto: «Mi uccido per amore».
Antonino Pipitone verrà assolto in tutti e tre i gradi di giudizio. Non che non ci fossero abbastanza prove, ma quei pentiti, stabilirono i giudici, raccontavano fatti de relato, per sentito dire.
La storia di Lia è raccontata nel libro “Se muoio sopravvivimi” scritto dal giornalista Salvo Palazzolo insieme al figlio di Lia, Alessio.

(Fonte: http://vittimemafia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=811%3A23-settembre-1983-palermo-rosalia-pipitone-madre-di-un-bimbo-di-quattro-anni-venne-fatta-uccidere-dal-padre-colpevole-di-voler-dividersi-dal-marito-fu-uccisa-nel-corso-di-quella-che-apparve-come-una-rapina-compiuta-da-balordi&catid=35%3Ascheda&Itemid=67) Foto da http://www.delitti.net

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...