Sono segnato per la vita

il ricciocorno schiattoso

pauraUna traduzione da We are the men of a childhood where the monsters of family violence were real

Non mi ricordo la prima volta che ha colpito la mamma. Di sicuro non ricordo tutte le volte che l’ha colpita. Ciò che non posso dimenticare è la paura. Quella di mio fratello, di mia sorella, di mia madre e la mia.

Non metto il mio nome perché “lui” era il mio patrigno. “Lui” è anche il padre dei miei fratelli più piccoli. Rimango anonimo perché “lui” è ancora vivo. Mia madre vorrebbe fare di più e parlare in quanto sopravvissuta. Ma anche dopo 15 anni di separazione il semplice fatto che lui sia ancora vivo fa sì che non sia sicuro parlare. Mia madre ha anche il problema di come i miei fratelli si sentirebbero nel vedere il padre raccontato come un mostro.

La violenza domestica colpisce tutti in famiglia e…

View original post 883 altre parole

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...