Vittime e carnefici

il ricciocorno schiattoso

“…Io odio il Moro
e si pensa in giro che tra le mie lenzuola
abbia assunto il mio ufficio. Io non so se sia vero,
ma per il semplice sospetto d’una cosa del genere
farò ad ogni buon conto come se fosse vero.
Lui mi stima – tanto più posso lavorarmelo.
Cassio è una persona perbene. Vediamo, ora –
prendere il suo posto, e metter piume al mio intento
in una doppia mascalzonata.
” (Otello, William Shakespeare)

iago

“Vittima” è una parola spesso usata a sproposito, tanto che a proposito del suo significato su questo blog ho scritto diversi post: sulla differenza fra essere vittima ed essere un/a vittimista, ad esempio, oppure che cosa si intende quando si dice che una donna vittima di violenza di genere è vittimizzata “in quanto donna”.

Ho scritto anche della pessima abitudine di chi scrive a proposito a proposito di reati contro…

View original post 632 altre parole

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...