La maternità è una scelta, non un obbligo

Io personalmente voglio avere dei figli e credo che l’essere madre sia una delle cose più belle della vita. E credo anche che noi donne abbiamo un dono incredibile: portare in grembo per 9 mesi un altro essere umano.

Ma fare figli non è un obbligo, è una scelta. E ci sono anche donne che non vogliono avere figli e non possiamo biasimarle o giudicarle o insultarle per questo.

Fabiana, una delle autrici di NarrAzioni Differenti, tempo fa pubblicò un post, Il sogno di ogni donna è diventare mamma”. Ma anche no: e lo ha condiviso nella pagina facebook del blog anche in occasione della festa della mamma.

Sulla pagina sono arrivati commenti del tipo: “i figli non sono un limite”, “i figli sono una cosa meravigliosa”, “Le donne con figli possono realizzarsi comunque”(ma non mi pare che nel post sia scritto che le donne non possono realizzarsi), hanno accusato Fabiana di essere razzista nei confronti delle mamme, le hanno anche detto di essere fredda o troppo giovane per capire. O cito testualmente dal blog “che siamo libere di fare quello che vogliamo però, in fondo, siamo noi che ci sentiamo frustrate quando non riusciamo ad avere un figlio”.

Cito sempre dall’ultimo post pubblicato da Fabiana(http://narrazionidifferenti.altervista.org/le-donne-non-vogliono-figli-fredde-egoiste-disagi-inquinanti/): “Poi c’è chi viene a dire che sei un “egoistah!!1″ perché come puoi pensare di avere un lavoro e spendere tutti i soldi per te e per le tue passioni? E’ inconcepibile per una donna! Inconcepibile! Gente che è convinta che mettere figli al mondo sia un dovere da assolvere assolutamente o un atto di generosità verso l’umanità –e non una scelta.

Poi ci sono i tuttologi, esperti di psicologia cognitivo comportamentale, sociologia, medicina, ostetricia, pedagogia e tanto altro, quelli che si sono laureati all’università della vita o della strada o di google che vengono a farti perizie psichiatriche tramite un post che hai scritto e che loro non hanno neanche letto per intero –o di sicuro non hanno capito.

Poi ci sono quelli che prendono una frase a caso –ovviamente di quelle riportate sulla pagina, sia mai prendersi il disturbo di leggere per intero il post e riflettere un attimo, esercizio troppo arduo– e proprio non capiscono: come puoi avere come unico sogno quello di lavorare? Inutile far notare che in realtà ho scritto una cosa un tantino diversa, che il mio sogno sarebbe quello di trovare un lavoro dignitoso, che mi faccia sentire un essere umano e mi lasci un po’ di spazio per le mie passioni, che è diverso dal dire che “il mio sogno è lavorare”, come se sognassi di diventare il robot di una catena di montaggio. E purtroppo, ricordiamo a questi simpatici personaggi totalmente distaccati dalla realtà, che c’è tanta gente che è costretta a lavorarci sul serio alle catene di montaggio. Poi, allo stesso, fai notare che siamo tutti d’accordo sui bei discorsi idealistici, ma per poter vivere, per poter essere indipendenti ( perlomeno economicamente) per poter pagare un affitto, per poter pagare le bollette, per poter uscire, per poter viaggiare, per poter leggere e, purtroppo, anche per potersi curare serve il denaro.

Ma ovviamente il problema è il mio. Come posso pensare di sfuggire alla maternità e sentirmi libera diventando un mezzo di produzione quando si potrebbe benissimo andare a giocare ai cavalli o rapinare una banca per potersi mantenere? Purtroppo non mi sto inventando nulla. Hanno davvero avuto il coraggio di sostenere cose simili. Come posso pensare di lavorare quando ci si potrebbe far mantenere?

Che stupida che sono. Che stupide che siamo.

Qualche altra mi ha scritto che sono così convinta da risultare ben poco credibile. Sono così tanto convinta che nel mio post scrissi:  “Il mio sogno non è quello di diventare mamma, se avverrà, avverrà, ma non lo sogno“.”

Ma perché accanirsi tanto su un post, su un’opinione condivisa? Si può non condividere, ma non scagliarsi contro una persona! E solo perché non sogna di diventare madre o perché dice che l’essere mamma non è per forza una questione di biologia?

Anche io tempo fa credevo che tutte le donne avessero l’istinto materno, ma poi crescendo mi sono resa conto che non è così. Nessuna donna nasce già madre, o ce l’ha nel dna.

 

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...