15 aprile 2007: Carmela Cirella suicida dopo essere stata stuprata più volte

A soli dodici anni Carmela era stata vittima di pesanti molestie sessuali da parte di un uomo, un marinaio in servizio a Taranto, colto in flagrante dal papà di Carmela. Denunciato dallo stesso, successivamente reo confesso, con vari testimoni sull’episodio, viene lasciato libero da sempre, e il caso con annesse colpe e denunce viene archiviato.

L’episodio (e l’ingiustizia ) lascia delle cicatrici troppo dolorose nella bambina, così, un giorno  dopo un normalissimo screzio con i genitori — forse perché voleva in qualche modo attirare l’attenzione sul suo dolore, forse perché voleva semplicmente essere capita– scappa di casa.  La cercano per giorni, ed esattamente dopo quattro giorni viene ritrovata devastata e in pessime condizioni.

Carmela era stata per giorni  vittima di violenza sessuale da parte del branco– alcuni di essi anche minorenni.

Da quel momento in poi, intervengono i servizi sociali. Carmela viene  ricoverata nel centro “Aurora” di Lecce, un centro riabilitativo per minori che hanno subito violenze.

In questo centro, lo stato di salute e -soprattutto- lo stato psicologico di Carmela, peggiorano perché la ragazzina può incontrare i suoi genitori solo una volta al mese. Questo allontanamento forzato e la pesantissima somministrazione  di psicofarmaci, la intorpidiscono e le creano ancora più malessere.

Dopodichè viene trasferita in un’altra sede, una casa famiglia, qui, proprio per il disagio dimostrato da Carmela causato anche dai pochi contatti coi suoi cari, le danno l’opportunità di vederli più spesso, una volta a settimana.

In un’uscita con i suoi genitori, mentre si erano recati a casa di amici, Carmela si assenta .

“Vado al bagno” : si chiude in bagno apre la finestra e si lancia dal settimo piano, un volo che per lei forse era diventato l’unico modo per liberarsi di quegli incubi che le violenze le avevano lasciato e di quel grosso macigno che  era diventata la sua stessa vita.

Il tribunale  di Taranto ha condannato per violenza su minore a nove anni e mezzo e dieci anni due dei tre accusati, rispettivamente di 30 e 31 anni. Assolto invece il terzo degli altri accusati per violenza su minore per non aver commesso il fatto.

(Fonte: https://comunicazionedigenere.wordpress.com/2012/04/15/carmela-violentata-dagli-uomini-uccisa-dallo-stato-aggiornamenti/)

 

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...