Dilar Dirik, il patriarcato non è naturale

StereoType

kurds1-420x215“Qualcuno di voi a scuola ha mai studiato le origini del patriarcato?”, chiede Dilar Dirik, ricercatrice in Sociologia all’università di Cambridge e attivista del Movimento delle Donne Curde. È a Roma di passaggio, per parlare di Donne alla conquista della democrazia, una serie di incontri in giro per l’Italia organizzati da Rete Kurdistan. Una delle nuove (e brutte) Aule Blu della Sapienza è affollata e si muore di caldo. I relatori sono senza microfono. C’è un operatore di Rai News24 che alle prime battute se ne va.

La domanda retorica scivola nel silenzio e allora Dilar cerca di riassumere solo seimila anni di umanità sulla Terra, quando dal lento passaggio dalla specie Habilis a quella “moderna” Sapiens, di mezzo ci fu la scoperta dell’agricoltura e della scrittura, che segnarono l’ultima fase della Preistoria, il Neolitico. Si formarono allora le prime società “moderne” in Mesopotamia…

View original post 1.184 altre parole

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...