Il consiglio d’europa boccia la Gpa

è stata una battaglia epica quella che si è combattuta martedì 15 marzo nella Commissione Affari Sociali del Consiglio d’Europa a Parigi. All’ordine del giorno c’era l’esame della relazione “Diritti umani e problemi etici legati alla surrogacy” messa a punto da Petra De Sutter, la senatrice verde e ginecologa transgender che a Gand, in Belgio, dirige un’unità dove la maternità surrogata è già praticata e collabora con una clinica che fa surrogacy in India da tempo nel mirino di Ong e femministe indiane. Si pensava che fosse scontato il sì alla relazione che, nelle raccondazioni finali, consigliava di aprire alla surrogacy altruistica e, comunque, non chiudere gli occhi di fronte a una pratica ormai legale in altri Paesi. Ma la battaglia intrapresa dalla deputata Eleonora Cimbro e dalla senatrice Maria Teresa Bertuzzi, entrambe del Pd e rappresentanti della delegazione presso l’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, ha portato a un risultato inatteso: la relazione de Sutter è stata bocciata sul filo di lana, 16 voti a 14. Per i sostenitori della legalizzazione della Gpa (Gestazione per altri) la strada ora si fa in salita. Dopo il Parlamento europeo che il 17 dicembre del 2015 ha condannato la pratica dell’utero in affitto, anche il Consiglio d’Europa, la seconda grande istituzione democratica europea, si schiera per il divieto.

Di Monica Sargentini

(Fonte: La 27esimaora)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...