Cronaca di una morte annunciata e mistificata.

Un disinvolto mondo di criminali

Venerdì 26 febbraio due donne sono state uccise, e un uomo ferito gravemente l‘omicida si è poi suicidato. Vedi qui.

Ricostruzione del fatto:  L’omicida, si reca al canile dove abitava la ex compagna, da cui era separato da poco più di un mese.  Lei era tornata a casa dei genitori con i figli, lui rifiutava questa separazione, e si lamentava della “difficoltà” di vedere i figli. La donna viveva nel terrore, perché era stata minacciata spesso da lui, tanto che aveva già fatto due denunce.  Una nel 2014 e l’ultima il 15 gennaio 2016, prima di andare via di casa e tornare dalla madre.

Il giorno precedente, giovedì 25 febbraio. “..l’uomo si era presentato con particolarmente adirato sempre alla casa del custode. Stesso episodio circa una settimana fa. In entrambi i casi erano stati avvertiti anche i carabinieri.” –(Rovigooggi).  L’omicida, si reca al canile, dove abitava la ex compagna e…

View original post 1.283 altre parole

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...