7 marzo 1946: Masina Perricone uccisa durante un attentato contro il candidato sindaco

(Foto non reperibile)

Vi sono tante vittime innocenti che non hanno più un volto ed un nome solo perchè un frettoloso dattilografo ha trascritto i loro dati anagrafici con disattenzione e senza fare alcuna verifica. Una disattenzione denunciata dallo storico Giuseppe Cassarrubea già negli anni Settanta, ma in cui la Regione è incorsa anche un ventennio dopo. Come dimostra il caso di Masina Spinelli. L’ elenco della Regione la pone come vittima di mafia assassinata il 16 maggio del 1946 a Favara. E per la stessa data cita anche Gaetano Guarino, sindaco e farmacista, ucciso mentre parlava con alcune persone. La legge accomuna le due storie e, coincidendo la data del decesso, sembra volerli morti nello stesso agguato.

Nulla di più falso. Perchè la signora non era di Favara, e sicuramente non era in quel paese nel giorno indicato dalla legge per la semplice ragione che era già morta due mesi prima a Burgio. Ma c’è di più. La legge la chiama Marina, e commette un ulteriore errore. Perchè lei si chiama Tommasa, per gli amici e parenti Masina: Masina Perricone per l’esattezza. Spinelli era il nome del marito.

Lei, 33 anni, appena sposata, stava rientrando a casa nello stesso istante in cui un commando stava cercando di eliminare il candidato sindaco di Burgio, Antonio Guarisco. I colpi sparati furono tanti. Uno colpì a morte la casalinga. Guarisco si salvò. Fu ferito solo ad un braccio.

Uccisa a Burgio, ma per la legge lo è stata in un altro posto, col nome alterato e per di più sconosciuto. Dunque dimenticata. Con il risultato che pur essendo stata dichiarata vittima innocente della mafia i parenti non hanno potuto ottenere alcun aiuto e beneficio dall’amministrazione pubblica. Ed ancor oggi non sanno di aver avuto in casa una martire di Cosa nostra sancita dalla legge.

Stralcio tratto dal Blog di Benny Calasanzio

(Fonte: www.vittimemafia.it)

 

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...