29 gennaio 2015: Laura Carla Lodola segregata in casa dal marito e per questo morta

(Foto non reperibile)

20 anni chiusa in casa, gli ultimi tre stesa sul letto. Immobile, denutrita, scarnificata, con il corpo pieno di piaghe, Laura Carla Lodola aveva 55 anni e pesava ormai 15 chili.

All’alba del 29 gennaio 2015, suo marito Antonio Calandrini, 60 anni, chiamò il 118 per chiedere aiuto: la donna aveva ormai perso conoscenza. fu quella telefonata ad aprire uno squarcio in un silenzio lunghissimo, quello di due vite annegate nel nulla, autoescluse dalla società, barricate tra le mura di un appartamento dignitoso alla periferia di Pavia.

E così Laura Carla morì di stenti; il marito aaveva deciso che lei doveva stare reclusa in casa.

(Fonte: Corriere della sera)

 

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...