Donna malata di cancro alle ovaie racconta la sua storia su Facebook

Un post su Facebook per condividere con il mondo la sua personale lotta contro la malattia. È la storia di Erin che da tempo ormai combatte contro il cancro alle ovaie. Un nemico subdolo che però non le ha impedito di diventare mamma il 24 settembre 2015. Ora Erin, però, combatte il tumore che le ha cambiato la vita. Così sui social ha pubblicato una lettera poco prima di Natale. Un messaggio per dare nuove forze e speranze a chi, come lei, deve affrontare quotidianamente questa malattia.

SOLIDARIETÀ INCONDIZIONATA «Ho partorito una splendida bambina, Edie, il 24 settembre. Nello stesso momento mi sono state asportate l’ovaia sinistra, una tuba di falloppio e un tumore che abbiamo scherzosamente chiamato Ozzy», inizia così la lettera pubblicata su Facebook da Erin. «Poco dopo mi è stato diagnosticato un cancro alle ovaie al primo stadio. È stato diagnosticato presto. Sto facendo la chemio e comicerò la radioterapia alla fine di gennaio 2016», ha proseguito. Quando la donna si è ammalata amici e parenti si sono strinti a lei cercando di non fargli mancare nulla. «Mi hanno chiesto cosa potevano fare. Ci ho pensato molto e alla fine ho deciso che voglio farmi aiutare a rendere più ampia la consapevolezza della malattia», ha spiegato.

RICONOSCERE I SINTOMI «Chiamano il cancro alle ovaie il killer silenzioso. Succede perché I sintomi sono difficilmente individuabili e spesso si scoprono troppo tardi», ha proseguito a scrivere Erin. Poi l’elenco di una sintomatologia facile da scambiare per altre cose. «Persistente male allo stomaco, continuo gonfiore, avere difficoltà a mangiare e sentirsi subito pieni, avere spesso bisogno di fare la pipì, dolore alla schiena, problemi all’intestino, senso perenne di stanchezza», ha elencato sul social la donna. «Se questi sintomi sono tutti presenti, in particolare in donne oltre i 40 anni, andate a farvi visitare», ha ammonito. Poi una rassicurazione finale «Non vi preoccupate, ho deciso che starò bene e così andrà», ha concluso.

(Fonte: http://www.letteradonna.it)

 

Segui Blog delle donne anche su http://www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...