La storia di Irene Biolchini, che uccise il padre di suo figlio per l’onore

Fino agli anni ’80, in Italia, vigeva il delitto d’onore. Era normale, quindi, che un uomo uccidesse la propria moglie se scopriva che lei lo aveva tradito o che uccidesse la propria figlia se rimaneva incinta quando non era ancora sposata. Il codice penale stabiliva che «Chiunque cagiona la morte del coniuge, della figlia o della sorella, nell’atto in cui ne scopre la illegittima relazione carnale e nello stato d’ira determinato dall’offesa recata all’onor suo o della famiglia, è punito con la reclusione dai tre ai sette anni».

Negli anni 20, ci fu una donna che uccise il padre di suo figlio per il cosiddetto delitto d’onore: Irene Biolchini.

Irene era una donna forte, con un carattere deciso. Sognava di sposarsi e metter su famiglia. Si innamorò di un carabiniere vedovo più grande di lei, che si chiamava Domenichino che la chiederà in sposa.

Ma poco tempo dopo, l’uomo chiese alla donna di avere un figlio prima di sposarsi e lei, dopo qualche resistenza, accettò. Quando rimase incinta, però, il carabiniere sparì.

Irene lo cercò per mari e per monti. Suo padre Costantino, venuto a sapere della gravidanza, non lasciò scampo alla figlia: se l’uomo non tornerà e la sposerà, lei lo dovrà uccidere o verrà uccisa da Costantino stesso. Un ultimatum che rispettava il codice d’onore.

Appena venne a sapere dell’imminente matrimonio del carabiniere con un’altra donna, decise di agire per riprendersi l’onore. 3 giorni dopo il matrimonio di lui, lo uccise sparandogli.

Quando andò in caserma e confessò il delitto, le donne del paese uscirono dalle case e la applaudirono.

Venne arrestata e dopo 7 mesi di carcere fu assolta dai giudici che riconobbero il delitto d’onore.

(Fonte: bambolediavole.wordpress.com)

 

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...