11 dicembre 2010: Paola Carosio uccisa dal fidanzato

(Foto non reperibile)

Paola Carosio, 44 anni, venne ritrovata priva di vita nel corridoio vicino al bagno di casa. Accanto al corpo c’era una stringa di crine, del tipo utilizzato per strofinarsi la schiena sotto la doccia: forse l’arma del delitto.

L’uomo disse che la fidanzata era morta dopo un malore nella vasca ma l’anatomopatologo Marco Salvi riscontrò i segni dello strangolamento sul collo della vittima.
Sottoposto ad un lungo interrogatorio, Germano Graziadei continuò a sostenere la tesi del malore (“Era l’amore della mia vita”), anche se i carabinieri erano convinti che gli elementi raccolti contro di lui erano “schiaccianti, e sufficienti per ritenerlo colpevole”. “Ha avuto un malore, io non c’entro”, diceva.

Condannato a 21 anni in primo grdo, in appello è stato assolto per non aver commesso il fatto.

(Fonte: Repubblica)

 

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...