9 dicembre 2012: Luciana Morosi uccisa dal marito

(Foto non reperibile)

Ha aperto la porta alla vicina di casa, agente della polizia municipale, e l’ha accompagnata sulla scena del delitto, in salotto. Davanti al corpo in agonia della moglie, che aveva appena strangolato, Enrico Sciaccaluga ha pronunciato una sola frase: «Mi ha aggredito con un coltello». Poi si è seduto sul divano, con i vestiti tutti sporchi di sangue, e si è estraniato da tutto.

La vigilessa, rimasta interdetta per qualche secondo, è riuscita a mantenere la calma. Non ha gridato, non è scappata. Ha preso il cellulare e ha chiamato il 118. Poi ha avvertito le figlie della coppia. Erano state proprio loro, poco prima, a chiederle di andare dai genitori che non rispondevano al telefono da ore.
«Venite ad Apparizione in salita Staiano, al civico 30 – ha detto la donna alla centrale di Genova Soccorso – Ci sono due persone ferite». Erano le 21.20 del 9 dicembre. Luciana Morosi, 66 anni, era ancora viva. Si è spenta dopo due ore di agonia nel reparto di rianimazione del San Martino.

(Fonte: Il Secolo XIX

 

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...