Oggi è l’Ada lovelace Day

Oggi è il Ada Lovelace day. Sapete cos’è?

Fu Ada Lovelace, a inventare alcuni dei contatti fondamentali ora usati dai nostri computer. Ada, nata nel 1815, figlia di George Gordon Byron e Anne Isabella Milbanke, noti come Lord Byron e Lady Byron. Pochi mesi dopo la nascita di Ada, lady Pyron, brillante, indipendente, colta e appassionata di matematica, prende la figlia e si allontana dal marito. Ada cresce mostrando l’intelligenza della madre e la stessa passione per scienze e matematica. A 17 anni Ada incontra Charles Babbage, un 42enne scontroso che sta lavorando a un nuovo congegno chiamato ‘difference engine’. Babbage mostra ad Ada come funziona una piccola parte del suo congegno e lei ne rimane affascinata. È l’inizio di una lunga amicizia che li porterà a diventare padre e madre dei computer che conosciamo oggi. A quel tempo non c’erano scienziati di professione e la presenza di una nobildonna a quell’ambiente era rivoluzionaria. Dopo la macchina differenziale arriva la macchina analitica. Un calcolatore in grado di fare somme, sottrazioni, moltiplicazioni, divisioni, comparazioni e radici quadrate. Ada capisce e trasforma la macchina analitica da calcolatore a computatore: aveva un sistema di input per inserire dati, un sistema per l’elaborazione e un meccanismo di output per restituire dati trasformati. Ma poteva manipolare solo numeri. Ada invece capisce che la macchina analitica può fare molto di più: manipolare numeri che rappresentano simboli: lettere dell’alfabeto, note musicali, informazioni.

Ada immaginò il comportamento formale del computer molto prima che esistesse la tecnologia in grado di realizzarlo. Ci vorrà Alan Turing che conosceva le note sulla macchina analitica di Ada Lovelace — perché i computer capiscano che i numeri non sono solo numeri ma rappresentazioni di qualcos’altro e realizzino il sogno di Babbage e Ada Lovelace. Dal 2009 ogni 13 ottobre, oggi, si festeggia l’Ada Lovelace Day, una giornata che vuole promuovere la partecipazione delle donne «nel mondo delle scienze, della tecnologia, dell’ingegneria e della matematica». Nel 1977 un gruppo di programmatori incaricati di creare un linguaggio di programmazione che facesse da ponte tra i vari linguaggi lo chiamò Ada in suo onore).

(Fonte: facebook)

Segui Blog delle donne anche su www.facebook.com/blogdonne e su http://www.twitter.com/Blogdelledonne

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...