14 settembre 2015: Enza Avino uccisa dall’ex che aveva già tentato di farlo spingendola dal balcone

09_vincenza-avino-300x300

Enza aveva 35 anni e un figlio di 16. È stata uccisa dall’ex con diversi colpi di pistola ieri pomeriggio a Terzigno, in provincia di Caserta

L’uomo aveva già tentato di ucciderla nel luglio scorso spingendola dal balcone e per questo era stato messo agli arresti domiciliari, arresti revocati dopo 10 giorni. Al posto degli arresti domiciliari, solo un provvedimento nel quale si impediva all’uomo di non avvicinarsi alla donna, cosa che lui non ha fatto. Inoltre  continuava a minacciarla dicendole che l’avrebbe uccisa se non fosse tornata con lui. E per questo Enza aveva continuato a fare denuncie. Anche ieri pomeriggio era andata per l’ennesima volta alla polizia…prorpio poco prima di essere uccisa.

Ma purtroppo non è stato fatto nulla per evitare l’omicidio. Perché sono stati revocati gli arrresti domiciliari? perché non sono state prese in considerazione le numerose denuncie? è possibile che la giustizia arresti i violenti solo quando si è commesso l’omicidio?

Grazie giustizia italiana…un’altra donna ammazzata dallo stato…..come ti siamo grati…

Foto da http://www.delitti.net

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...