Chi sa se…

Io non so se in quello che ha detto Kiko Arguello in piazza San Giovanni sia peggio l’affermazione che gli uomini diventino assassini a causa dell’abbandono delle loro compagne o l’affermazione a monte, cioè che questi uomini sono atei, come se fosse logico immaginare nell’ateismo la radice potenziale di ogni efferatezza. Chissà cosa direbbe Kiko Arguello di Antonio Fina di Mesagne che nel 2011 uccise la moglie Concetta Milone perchè era “posseduta dal demonio”. Chissà cosa direbbe a Luca Giustini, che nel 2014 uccise a coltellate la figlia di 18 mesi infastidito dal suo pianto e giustificandosi con gli inquirenti disse che glielo aveva suggerito Gesù.

Chissà se l’Iman salito sul palco di San Giovanni dopo di lui gli ha elencato le decine di casi di devoti musulmani che ogni anno in Italia uccidono le mogli e le figlie perchè non si vestono, non si comportano e non si adeguano alle norme coraniche o presunte tali. Chissà se Kiko Arguello lo sa quanti preti in confessione ascoltano i pianti delle donne cristiane picchiate dai loro cristianissimi mariti e il meglio che la maggior parte di loro sa fare è consigliare a quelle donne di sopportare e offrire a Dio il loro martirio familiare.

Il sistema di potere del patriarcato si fa scudo da sempre dell’avvallo religioso del monoteismo, perchè se Dio è uno, nella testa di questa gente non può che essere Maschio e Padre. In saecula saeculorum.

Di Michela Murgia

(Fonte: http://www.globalist.it

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...