Le domande sessiste che le donne subiscono al colloquio di lavoro

Giovani donne in cerca di una professione. Determinate, volenterose e professioniste. Sì, ma prima c’è l’ostacolo del colloquio. Ed è proprio per indagare quel primo, complicato e spesso traumatico incontro con il datore di lavoro che lo studio legale Thomas Mansfield, attivo nel ramo del diritto del lavoro, ha deciso di intervistare le giovani laureate di 20 università britanniche.

La richiesta era una: elencare le domande più imbarazzanti o offensive a cui fosse loro capitato di dover rispondere. Il risultato, come riferito dal quotidiano britannico The Independent, non lascia spazio ai dubbi: il sessismo esiste ancora.

Ecco le domande più ricorrenti tra quelle segnalate dalle giovani laureate come sessiste:

  1. Come valuta l’eventualità di uscire con un dipendente dell’azienda?
  2. Ha in mente di diventare mamma nei prossimi anni?
  3. Potrebbe truccarsi di più nel caso in cui questo colloquio andasse a buon fine?
  4. Sarebbe in grado di flirtare con i clienti per convincerli?
  5. Soffre di sindrome premestruale?

Ma che razza di domande sono?

(Fonte: Huffington Post)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...